DISINTOSSICAZIONI TRUFFA, “CALISSANO UNA VITTIMA”

20090521_calissa.jpgTra i clienti vip delle disintossicazioni truffa l’attore Paolo Calissano, che il Pm Lucia Musti nella sua requisitoria ha portato come esempio delle persone coinvolte «per lo più facoltose le quali, pertanto, non aspirano a risarcimento danno». Calissano nella sua deposizione ha detto di essere arrivato alla cura “tramite la dottoressa Chantal Sciuto».
«Si veda il caso eclatante di Calissano Paolo – ha detto Musti – personaggio dello spettacolo ed attore di fiction, il quale – sottopostosi a trattamento di disintossicazione da cocaina a Villa Villalba – è stato successivamente coinvolto, presso la sua abitazione a Genova, in un ‘festino’ con una ballerina brasiliana all’esito del quale quest’ultima è deceduta per un cocktail di cocaina e farmaci, assunto anche dal Calissano.

 Il motivo per cui il reato di truffa, concretizzatosi con l’inefficacia del trattamento e la conseguente ricaduta, non sia stato oggetto di querela da parte dei pazienti, è dovuto al fatto che quasi tutti gli interessati sono persone facoltose o, come nel caso di Calissano, personaggi dello spettacolo che non hanno interesse a chiedere risarcimenti pubblicizzando il problema della loro tossicodipendenza».  Persone con un atteggiamento riluttante – ha detto Musti – come riprova la deposizione di Calissano «il quale, pur ammettendo di aver fatto uso cocaina, alla domanda del Pm sul motivo del suo ricovero presso la Casa di cura Villalba di Bologna ha risposto: ‘Dunque era ‘il momento’… parliamo appunto di maggio 2005, era appena morto mio figlio e stavo aspettando… mio padre era in stato terminale, ero in un situazione fisica e psicofisica veramente, come dire ‘molto debole. Una persona, una dottoressa di Roma di  cui non ricordo il nome, mi fece.. Sciuto, la dottoressa Sciuto, esatto, mi fece, mi parlò di questa clinica. Non so quali fossero i suoi canali di conoscenza. ecco, non so come lei fosse a conoscenza di questa clinica, comunque mi disse che una settimana di ricovero in questa clinica, avrei fatto questa cura del sonno, diciamo così mi dissero… e questa pulizia fisiologica, avrei tratto molto giovamento, e così feci, devo dire che ne trassi giovamento, nel senso che mi sentivo meglio alla fine di questa settimanà». «Sul fatto che Calissano sia stato ricoverato a Villalba per sottoporsi ad un programma di disintossicazione da stupefacenti – ha sintetizzato Musti – non c’è alcun dubbio sia per il tipo di terapia somministratagli, riscontrata nella cartella clinica, sia per i contati avuti, attraverso Sciuto Chantal, medico di Roma» con il referente della disintossicazione.

DISINTOSSICAZIONI TRUFFA, “CALISSANO UNA VITTIMA”ultima modifica: 2009-05-21T14:44:03+02:00da doc1a
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento