I 7 COMANDAMENTI DELLA CUCINA LEGGERA…

dieta.jpg

1) Creerai solo aperitivi leggeri e originali

        L’aperitivo, è sicuramente il momento peggiore per la linea. CI si precipita a stomaco vuoto su una montagna di patatine caloricissime. E che danni!

  > Il nemico: Pensando di fare la cosa giusta, si rinuncia a patatine e biscottini per ingozzarsi di carote e cetrioli.
Risultato: passiamo per una fanatica della dieta, e tutte le verdure crude che ingurgitiamo rendono fragile la nostra delicata flora intestinale. 
Oppure inzuppiamo le verdure nella maionese! Dalla padella alla brace!  

  > Il trucco
: Prepara delle salsine fatte in casa nelle quale puoi inzuppare delle verdure, ovviamente, ma anche dei pezzetti di pesce crudo o del pollo alla griglia. 
Pensa a delle tartine new generation: una rondella di ravanello, una fettina di salmone e un po’ di formaggio bianco.
Salsine: Inventa delle versioni light delle tue salsine preferite frullando, ad esempio, dei cuori di carciofo o dei peperoni… 

Pensa anche ai gamberetti ai cetrioli e formaggio bianco e all’insalata di finocchi in vinaigrette di lenticchie.

2 )Alleggerirai tutti i tuoi condimenti

    Il problema dei condimenti: se ci metti troppo aceto, sono acidi.
Il problema di alcuni alimenti: “bevono” il condimento (il tonno in scatola, le patate, il formaggio..). Quindi tendiamo ad aggiungere olio, che crea una specie di “pellicola” e avvolge bene il tutto. E inoltre, che buono che è, l’olio! 
 
> Il nemico: Sempre l’olio!

> I trucchi
: Scegliere degli aceti poco acidi è già una buona idea. L’aceto balsamico, ad esempio. O utilizzare del succo d’arancia, di pompelmo o di limone quando la ricetta lo permette. 

Per fare dei condimenti “a salsa”, puoi utilizzare un formaggio bianco, o uno yogurt,  invece di una maionese. Anche la senape va benissimo!

Pensa anche alla salsa di soia e all’aceto di riso per le ricette asiatiche, ma non aggiungere sale, la salsa di soia ne contiene già. Per finire, puoi aggiungere un cucchiaio d’acqua per “allungare” il tutto.

3) Mangerai solo verdure fresche

   Ce lo ripetono in tutte le salse: bisogna mangiare la verdura. Ma non una verdura qualsiasi. Non sommersa di olio o di burro. Meglio una pastasciutta che delle verdure fritte!

> Il nemico: L’olio per cuocere, la buste pronte ricche di grassi, i fritti.

> I trucchi: la cottura a vapore, il wok, i coperchi e le ricette al forno, aiutate da erbette e spezie. Le verdure non hanno bisogno di annegare nell’olio, nel burro o nel formaggio per essere gustose.

Esempio con una semplice ratatouille al forno:
Lava e taglia a cubetti zucchine, melanzane, peperoni e pomodori. Mettile sulla piastra del forno e bagnale con 1 -2 cucchiai di olio. Spolvera con erbette e spezie (cumino, peperoncino, semi di finocchio, coriandolo, timo, erbe di provenza…), sale grosso e pepe, mescola con le mani. 
Inforna per 45 minuti a 200°C.
Una ratatouille da gustare da sola o come accompagnamento per la pasta, con una frittata…

4) Sceglierai i pezzi giusti di carne

     Carnivori? Attenti a non esagerare. Alcuni tipi di carne sono ricchi di grasso.

> Il nemico: la pelle del pollo, le carni grasse come la pancetta, la costata di manzo e l’agnello.

> Il trucco: ecco una breve lista non completa dei pezzi di carne più adatti a una dieta:
– Manzo: filetto, controfiletto, bistecca.
– Cavallo: filetto.
– Maiale: filetto, scaloppina, prosciutto (non affumicato)
– Pollame: scaloppina, filetto, petto.
– Vitello: nodino, filetto.

Attenzione all’agnello e all’anatra: meglio evitare, ma se ne proprio non puoi resistere, scegli delle parti senza grasso. E, per la cottura di questa carne, farla grigliata è la cosa migliore!

5) Preparerai il pesce

Viva viva il pesce fresco, ma anche congelato e in scatola. In compenso, nel pattume i filetti fritti, i piatti pronti e i sughi da scaldare!

> I nemici: i pesci grassi, le ricette a base di panna.

> I trucchi
La maggior parte dei pesci, vanno benissimo cotti in padella, al forno o come zuppa. Sono leggeri, pieni di proteine, vitamine e minerali. 

Pensa al pesce preparato in crosta di sale: un’orata da 500 g, per 20 minuti in forno in crosta di sale, non bisogna aggiungere nient’altro, la carne è tenera e salata al punto giusto! 

Mangia senza esagerare i pesci grassi (salmone, tonno, sardine, sgombro, aringhe). Anche se il loro grasso è di qualità, il tasso di lipidi è più alto di quello di un filetto di pollo o una bistecca di manzo! 

Buttati sul merluzzo, la sogliola, il nasello (che costa poco)…

Un altro trucco: pesce bianco significa spesso pesce magro.

6) Userai tante erbette

Le erbette fresche, non sono solo un modo per farsi fare i complimenti dagli invitati impressionati dalle tue conoscenze culinarie. Sono anche la soluzione più semplice per fare il pieno di vitamine.

Il prezzemolo, ad esempio, è una delle fonti principali di vitamina C. Mangia taboulé libanese a volontà (prezzemolo, pomodori, cipolle, limone e un po’ di boulgour), è light  (se non esageri con l’olio), si digerisce bene, insomma, il massimo! Non dimenticare le erbe aromatiche, mettine dappertutto!  

> Il nemico: Il condimento, ovviamente, ma anche il caldo, che smorza il gusto del coriandolo, del basilico…

> I trucchi
Scegli le spezie per sostituire sale, olio, burro e altri condimenti da evitare. E usale anche per il dolce: sorpresa e successo assicurati! Macedonia di fragole al basilico, albicocche grigliate al rosmarino, zuppa di melone al dragoncello…

Accompagna i tuoi piatti con un insalata di erbette: un mazzetto tritato di ogni erbetta (aneto, basilico, menta, prezzemolo, dragoncello…). E’ un’alternativa originale alla normale insalata. Scegli un buon olio di noci o di colza e sarà perfetto.  

7) Inventerai un nuovo tiramisù

Il tiramisù, è una bomba calorica, ma anche un dolce leggero (come consistenza) e freschissimo! Sarebbe troppo triste doversene privare… La sensazione di freschezza, di mousse, e di leggerezza in bocca puo’ essere conservata anche eliminando tante calorie.

> I nemici: il mascarpone e la panna.

> Il trucco: Tieni i savoiardi ma sostituisci il mascarpone con della ricotta + della gelatina. E aggiungi dei frutti per una freschezza ancora maggiore. Dosa lo zucchero secondo i tuoi gusti. 

 

I 7 COMANDAMENTI DELLA CUCINA LEGGERA…ultima modifica: 2009-05-25T14:37:48+02:00da doc1a
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento