INCENDIO SUL TRAGHETTO IN 500 FUGGONO SULLE SCIALUPPE

20090529_anave.jpg

Un incendio è scoppiato a bordo della motonave della Tirrenia «Florio», in navigazione tra Napoli e Palermo. Secondo le prime informazioni dei vigili del fuoco, le fiamme si sono sviluppate verso le 5.30 nel garage, quando la nave si trovava ad una ventina di miglia da Palermo. I passeggeri, a bordo c’erano 490 persone, sono stati evacuati con le scialuppe di salvataggio mentre il personale della nave è rimasto a bordo. Al momento sembra che nessuno sia rimasto ferito o intossicato. Per spegnere l’incendio hanno lavorato i vigili del fuoco provenienti da diversi comandi della Sicilia. Cinque passeggeri ancora sotto shock, tre uomini e due donne, una delle quali incinta, sono stati trasferiti in ospedale per motivi precauzionali non appena sbarcati dalla motovedetta della Guardia Costiera. Le loro condizioni, secondo quanto riferiscono i soccorritori, non destano alcuna preoccupazione.
TUTTI IN SALVO «I 490 passeggeri del traghetto Florio, tra i quali 65 bambini, sono tutti in salvo. Nessuno di loro è ferito». Lo conferma all’ANSA l’ammiraglio Ferdinando Lavaggi, della Capitaneria di Porto di Palermo, che sta coordinando le operazioni di soccorso. I passeggeri sono stati trasbordati sul traghetto Sardegna della Snav, in servizio sempre sulla rotta Palermo-Napoli, che la notte scorsa è stato dirottato dalla Capitaneria per prestare soccorso alla nave della Tirrenia. «Solo 36 persone, tra cui una donna incinta – spiega l’ammiraglio – sono rimasti a bordo di una nostra motovedetta che dovrebbe giungere in porto tra circa un’ora». «A bordo della Florio – aggiunge Lavaggi – si trovano i 27 uomini d’equipaggio, che stanno collaborando con i vigili del fuoco nelle operazioni di spegnimento dell’incendio, mentre altri 8 uomini d’ equipaggio sono ancora sulle scialuppe calate in mare per consentire l’evacuazione dei passeggeri».
IN 561 A BORDO Sono complessivamente 561, compresi i 35 componenti dell’equipaggio, le persone che erano a bordo del traghetto Vincenzo Florio della Tirrenia al momento dell’incendio, divampato intorno alle 04.00 del mattino nel garage. Dei 526 passeggeri, 490 sono stati trasbordati sul traghetto Sardegna della Snav, che sta facendo rotta verso Palermo; altri 36, tra i quali una donna incinta e un bambino, sono invece su una motovedetta della Guardia Costiera il cui arrivo è atteso tra pochi minuti in porto. A bordo della Florio si trovano ancora 27 uomini d’equipaggio, che stanno collaborando con i vigili del fuoco nelle operazioni di spegnimento dell’incendio, altri otto sono a bordo delle scialuppe calate in mare per consentire l’evacuazione dei passeggeri.
PENSAVAMO DI MORIRE «Pensavamo di morire. Ci siamo resi conto dell’incendio quando è suonato l’allarme alle 03.45. Siamo subito corsi fuori dalla cabina e siamo saliti sul ponte». Lo dice Alessandra Basile, 23 anni, una delle passeggere che si trovava sul traghetto Florio quando è divampato l’incendio. La giovane è giunta nel porto di Palermo a bordo della motovedetta della guardia costiera. «Ci eravamo tranquillizzati – aggiunge – dopo che il primo incendio sembrava fosse stato domato. Ma quando abbiamo visto che le fiamme avevano ripreso vigore dopo mezz’ora ci siamo angosciati sul serio e abbiamo pensato al peggio». «Verso le 05.30 – prosegue – cono cominciate le operazioni di trasbordo: sulle scialuppe hanno trasferito le persone portandole sulla motovedetta e sull’altra motonave». Sull’imbarcazione c’era anche una bimba di 4 anni con la zia che, arrivata in porto, è stata subito assistita dagli operatori del 118.

INCENDIO SUL TRAGHETTO IN 500 FUGGONO SULLE SCIALUPPEultima modifica: 2009-05-29T15:04:25+02:00da doc1a
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento