Kobian, il robot che esprime emozioni

E’ il robot più simile agli esseri umani perché riesce a riprodurre i gesti e le emozioni che quotidianamente esprimiamo. Martedì scorso alcuni scienziati dell’Università «Waseda» di Tokyo, guidati dal professore Atsuo Takanashi, hanno presentato l’ultimo capolavoro della robotica: Kobian, il primo androide capace di comunicare sette diversi sentimenti umani. Il robot prova stupore, tristezza, gioia e altre diverse emozioni. Ogni sensazione espressa dall’androide è accompagnata da espressioni facciali o dal movimento delle labbra e delle palpebre che rendono gli atteggiamenti dell’automa molto credibili e originali. Kobian riesce anche a camminare, a percepire l’ambiente che gli sta attorno e a gesticolare.

1.jpg
2.jpg
3.jpg

Kobian, il robot che esprime emozioniultima modifica: 2009-07-01T22:43:15+02:00da doc1a
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento