LA COMBUSTIONE UMANA SPONTANEA

combustione_umana_spontanea.jpg

Nella serata di domenica 1° luglio 1951 la signora Mary Reeser, settantasette anni, si sentiva particolarmente depressa e se ne stava sola accoccolata sulla sua poltrona preferita concedendosi una sigaretta. Verso le 21 la sua colf, signora Pansy Carpenter, le aveva dato un veloce saluto di buonanotte e si era ritirata nella sua cameretta. La Reeser però le aveva detto di non avere sonno e che si sarebbe goduta ancora un pò di quella calda notte di St.
Petersburg, in Florida. Alle 5 del mattino la signora Carpenter si era svegliata di soprassalto, fortemente disturbata da un acre odore di fumo.

LA COMBUSTIONE UMANA SPONTANEAultima modifica: 2009-10-13T11:37:33+02:00da doc1a
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento