SANAA CHOC, IL PADRE: “CI PROVAVO DA UNA SETTIMANA”

«Era una settimana che ci provavo»: sono le uniche parole pronunciate da El Ketawi Dafani, il marocchino in carcere con l’ accusa di aver ucciso la figlia Sanaa, di 18 anni, martedì sera a Montereale Valcellina (Pordenone). Lo si è appreso oggi in ambienti vicini all’inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica della città friulana. Poco dopo il fermo – si … Continua a leggere

L’ONU REPLICA A LA RUSSA

L’Onu accusa il governo italiano. «Gli attacchi immotivati e personali sono inaccettabili, non mutano e non muteranno l’impegno dell’Unhcr nel perseguire il suo mandato e la sua missione umanitaria» ha dichiarato l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati, Antonio Guterres, «venuto a conoscenza dei commenti negativi e infondati che sono stati rivolti al mio Ufficio e a singoli funzionari da un … Continua a leggere

Non sa leggere l’italiano, niente cittadinanza

  Non sa leggere l’italiano e il sindaco leghista di Caravaggio (Bergamo) non gli concede la cittadinanza. Dovrà presentarsi di nuovo quando avrà imparato la nostra lingua, l’immigrato egiziano di 36 anni, che ieri si è recato nel Comune della Bassa Bergamasca per giurare fedeltà alla Costituzione italiana, ultimo, fondamentale passaggio per ottenere la cittadinanza. Quando il primo cittadino, Giuseppe … Continua a leggere

Immigrati, Onu chiede a Italia di riammettere i respinti

L’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) ha comunicato oggi di aver scritto al governo italiano per esprimere la sua “grave preoccupazione” per il respingimento in Libia dei migranti intercettati in mare e per chiedere all’esecutivo di “riammettere quelle persone rinviate indietro dall’Italia e individuate dall’Unhcr come persone che cercano protezione internazionale”. Lo si legge nel bollettino inviato … Continua a leggere