La tassa degli imbecilli? è il superenalotto

Molti, e tra essi noti personaggi della storia italiana, matematici e giocologi, sostengono che il lotto (prima) ed il superenalotto (oggi) sia da considerarsi una “tassa degli imbecilli“. Per spiegare il concetto basti pensare che, sulla base di calcoli complicatissimi, il giocatore ha una sola possibilità su 633 milioni di vincere al Superenalotto. La probabilità di indovinare la sestina famosa … Continua a leggere